Blog News Surfing in U.S.A.

microsoft-surface-profiloCi sono poche notizie sul mondo IT degne di nota in questo periodo, a meno che non ci si voglia fermare sull'ennesimo studio di qualche università americana che sta sviluppando un software qualunque che promette di leggere i nostri pensieri o dirci, in base al nostro "comportamento" su internet, se siamo depressi o se siamo semplicemente cinefili (http://www.repubblica.it/tecnologia/2012/06/19/news/web_depressione-37412310/).

Di sicuro la novità più importante si colloca nell'ambito della preparazione della fanteria che passerà all'attacco del mercato nel prossimo autunno. La Microsoft decide di passare quella sottile linea rossa che l'ha tenuta fino ad oggi lontana dall'hardware e si lancia sul mondo dei tablet, suscitando non pochi malumori tra i suoi partner di sempre (HP per prima.. ma non avevano deciso di abbandonare i personal computer?)

Il nuovo concorrente dell'Ipad si chiama Surface e a giudicare dall'aspetto può davvero far paura al colosso di Cupertino. Poche informazioni sulle prestazioni, naturalmente promesse ai massimi livelli. Per ora si può giudicare la funzionalità dal design (http://www.youtube.com/watch?v=dpzu3HM2CIo) che ovviamente si rifà alla scuola Apple ma con qualche accorgimento che lo rende più appetibile anche a chi con il pc ci lavora davvero e non fa il "designer" (o almeno non vuole far credere di esserlo solo perchè ha un mac...)

La tastiera inserita nella custodia e che si collega al tablet con un magnete mi sembra una trovata geniale che completa la novità assoluta dell'Ipad e nello stesso tempo svincola il touch screen dalla necessità di doversi abituare a quelle scomode tastiere sullo schermo che per quanto migliorate, ancora sono ben lontane dal simulare il rassicurante tocco del tasto sotto i polpastrelli..

Le promesse sul prezzo invece non sono rassicuranti. Per quanto è stato dichiarato Surface avrà una quotazione paragonabile ad "altri prodotti della stessa fascia" (leggi Ipad) quindi è plausibile che non si venderanno esemplari sotto i 500 euro, anche se si può sempre sperare nella versione più frivola (non business) che magari, chissà, potrebbe seguire la politica storica della Microsoft e farsi "clonare" a costo zero.. per farti ritrovare nel suo monopolio futuro!

Add comment


Security code
Refresh

Login Form